FUSIONE DEI COMUNI DI PEGOGNAGA E MOTTEGGIANA - Comune di Pegognaga (MN)

archivio notizie - Comune di Pegognaga (MN)

FUSIONE DEI COMUNI DI PEGOGNAGA E MOTTEGGIANA

 
FUSIONE DEI COMUNI DI PEGOGNAGA E MOTTEGGIANA

AVVISO AI CITTADINI

 

 

Si avvisano i cittadini che con delibera di Consiglio Comunale n. 29 del 27/04/2018 è stato approvato l’avvio del confronto preliminare per la procedura di fusione dei comuni di Pegognaga e Motteggiana, in provincia di Mantova, ai sensi dell'art. 7 bis della L.R. 29/2006, modificata dalla legge 6 luglio 2017, n. 17.

 

 

Secondo quanto previsto dall’art. 7 bis comma 1 della L.R. 29/2006 e s.m.i., la deliberazione di avvio del procedimento sopra citata indica le denominazioni proposte per il nuovo Comune. Il Consiglio Comunale ha deliberato la seguente rosa di possibili denominazioni, la cui scelta sarà rimessa a quesito referendario:

 

a) PEGOGNAGA E MOTTEGGIANA

b) BORGHI DI ZARA E PO

c) PEGOMOTTE

d) TERRE DI ZARA E PO

 

 

Chiunque abbia interesse, può presentare osservazioni e proposte di modifica, sui contenuti del progetto di fusione o sulle proposte di nuova denominazione comunale, entro e non oltre le ore 13:00 di giovedì 05 luglio 2018 esclusivamente nelle seguenti modalità:

  1. consegna diretta all’ufficio protocollo del Comune di Pegognaga o di Motteggiana, in forma cartacea scritta a PC, allegando copia del documento di riconoscimento del presentatore;
  2. a mezzo di servizio postale mediante raccomandata A/R scritta a macchina indirizzata al Comune di Pegognaga oppure al Comune di Motteggiana;
  3.  a mezzo di posta elettronica certificata proveniente da indirizzo di posta elettronica mittente anch’essa certificata (P.E.C.), allegando eventuali documenti esclusivamente in formato .pdf, all’indirizzo PEC: pegognaga.mn@legalmail.it oppure servizi.amministrativi@pec.comune.motteggiana.mn.it.

 

Si avvisa fin d’ora che i Comuni di Pegognaga e Motteggiana declinano ogni responsabilità sul mancato, inesatto o incompleto invio in tempo utile delle osservazioni o proposte pervenute, in quanto le osservazioni o proposte pervenute oltre il termine o trasmesse con modalità o formati diversi da quelli indicati e/o illeggibili e/o indirizzate a casella di posta elettronica diversa da quelle indicate o provenienti da posta elettronica non certificata saranno considerate irricevibili, lasciando all’onere del proponente la verifica nella propria casella P.E.C. dell’avvenuta o meno accettazione e consegna della trasmissione da parte del sistema.

 

 

IL SINDACO

Melli Dimitri

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (177 valutazioni)