Canone ricognitorio - Comune di Pegognaga (MN)

Servizi | Tasse e imposte | Canone ricognitorio - Comune di Pegognaga (MN)

CANONE RICOGNITORIO

Differimento termini pagamento Imposta di Pubblicità e Occupazione Suolo Pubblico anno 2021

A decorrere dal 2021 l’imposta di pubblicità e i diritti sulle pubbliche affissioni sono sostituiti dal Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, istituito dall’art.1 della L. 160/2019 commi da 817 a 836.

Il canone sostituisce anche il canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP) e il canone ricognitorio.

Il Regolamento comunale per l’applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria è stata approvato dal Consiglio Comunale con atto n.5 del 4/03/2021 e successive modificazioni, mentre le tariffe sono state approvate dalla Giunta Comunale con atto n.35 del 4/03/2021 e integrate successivamente con delibera n.57 del 29/04/2021.

Per l’anno 2021 il versamento del canone è stato differito al 31/05/2021 per il canone annuale per le esposizioni pubblicitarie e del canone annuale per l’occupazione di suolo pubblico, ad esclusione delle occupazioni effettuate da pubblici esercizi, di cui all'art.5 della L. 287/1991; il termine per il versamento del canone applicato ai passi carrai (ex canone ricognitorio) è stato prorogato al 31/10/2021.

A partire dall’anno 2022 il termine per il pagamento del canone unico è il 31 gennaio di ogni anno.

Cos'è il canone ricognitorio

Il canone ricognitorio richiesto dal Comune ai titolari di concessioni per l’occupazione di spazi pubblici, ha valenza patrimoniale e si connota alla stregua di una controprestazione riconducibile ad un particolare vantaggio che l’utente si proponga di ricavare dall’eccezionale godimento del bene demaniale concessogli dall’Ente proprietario.

Pertanto, ogni tipo di occupazione di suolo pubblico deve essere autorizzata dall’Ente mediante atto di concessione o di autorizzazione; i passi carrai oltre ad essere preventivamente autorizzati, devono essere individuati da apposito segnale, art. 22 D.Lgs. 285/1992 – Nuovo Codice della strada:

1. Senza la preventiva autorizzazione dell'ente proprietario della strada non possono essere stabiliti nuovi accessi e nuove diramazioni dalla strada ai fondi o fabbricati laterali, né nuovi innesti di strade soggette a uso pubblico o privato.

3. I passi carrabili devono essere individuati con l'apposito segnale, previa autorizzazione dell'ente proprietario.

diversamente verranno applicate le sanzioni di cui al comma 11:


11. Chiunque apre nuovi accessi o nuove diramazioni ovvero li trasforma o ne varia l'uso senza l'autorizzazione dell'ente proprietario, oppure mantiene in esercizio accessi preesistenti privi di autorizzazione, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 143 a euro 573. La violazione importa la sanzione amministrativa accessoria dell'obbligo del ripristino dei luoghi, a carico dell'autore della violazione stessa e a proprie spese, secondo le norme del capo I, sezione II, del titolo VI. La sanzione accessoria non si applica se le opere effettuate possono essere regolarizzate mediante autorizzazione successiva. Il rilascio di questa non esime dall'obbligo di pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria.

Quindi, il canone rappresenta esclusivamente la somma dovuta a titolo di riconoscimento del diritto di proprietà dell’Ente locale sul bene oggetto della concessione (da qui la denominazione di canone ricognitorio).

 

Importo canone

L’importo del canone è stabilito dalla Giunta Comunale

 

Dove rivolgersi

Ufficio Tributi
sede municipale (2° piano)
Piazza Matteotti 1
t.03765546235
nei giorni di lunedi, mercoledi dalle 9.30 alle 13 e sabato dalle 9.30 alle 12.30

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (54721 valutazioni)