Matrimoni - Comune di Pegognaga (MN)

Da sapere per | Convivere di fatto | Matrimoni - Comune di Pegognaga (MN)

Matrimonio Civile

É il matrimonio contratto in Comune davanti al Sindaco. 
Il matrimonio viene iscritto nei registri dello stato civile.

Chi può richiederlo
I cittadini maggiorenni che sono di  stato libero, ovvero coloro che non sono legati da un precedente matrimonio civile o da un precedente matrimonio religioso trascritto nei registri dello stato civile.  Per i cittadini dai 16 ai 18 anni è invece necessaria l'autorizzazione del tribunale per i minorenni.
Oltre allo stato libero, è necessario che le persone che decidono di sposarsi non siano legate da vincoli di parentela, di affinità, adozione e di affiliazione nei gradi stabiliti dal Codice Civile;

Matrimonio concordatario e matrimonio per i culti ammessi

Il matrimonio religioso (cattolico o di altro culto ammesso nello Stato) celebrato dinnanzi al Ministro di culto, può produrre effetti anche per lo Stato Italiano se viene trascritto nei registri dello stato civile del Comune.

Chi intende contrarre matrimonio concordatario (ovvero matrimonio religioso che produce effetti civili) deve, al termine delle pubblicazioni, ritirare il certificato dell'eseguita pubblicazione presso l'Ufficio di Stato Civile e consegnarlo al parroco o al ministro di culto che ne ha fatto richiesta.
Dopo la celebrazione del matrimonio il parroco o il ministro di culto deve, entro 5 giorni, richiedere la trascrizione del matrimonio nei registri dello Stato Civile del Comune in cui è stato celebrato.

Matrimonio del Cittadino Straniero

I cittadini stranieri possono contrarre matrimonio in Italia secondo il rito civile italiano oppure con rito religioso valido agli effetti civili, in base ai culti ammessi nello Stato.

Il nulla osta
Affinchè il cittadino straniero possa contrarre matrimonio, è necessario il nulla osta rilasciato dall'Autorità del paese di origine.
Il nulla osta deve attestare che non esistono impedimenti al matrimonio secondo le leggi del Paese di appartenenza e può essere rilasciato dall'Autorità Consolare in Italia (con firma del Console legalizzata presso la Prefettura ).

Pubblicazioni di matrimonio

Il matrimonio, qualunque sia il tipo di rito scelto dagli interessati (civile, religioso), è preceduto dalla pubblicazione di matrimonio. I nubendi possono richiedere la pubblicazione di matrimonio all'Ufficiale di Stato Civile del comune di residenza della sposa o dello sposo.
A tal fine devono recarsi, previo appuntamento, presso l'Ufficio di Stato Civile per rendere idonea dichiarazione. 
In caso i nubendi intendano contrarre matrimonio civile in un Comune diverso da quello di residenza, dovranno comunque procedere alle pubblicazioni di matrimonio nel Comune di residenza che rilascerà  successivamente apposita delega al Comune celebrante.

Regime patrimoniale

Prima della celebrazione del matrimonio o dell'unione civile, gli interessati devono decidere quale sarà il regime patrimoniale che regolerà l'amministrazione del loro patrimonio. Con il matrimonio o l'unione civile è possibile optare per il regime della comunione dei beni o il regime della separazione dei beni. Nel corso della vita matrimoniale o dell'unione civile la scelta del regime patrimoniale può essere variata con atto notarile. 

Modulistica

Modulo richiesta pubblicazioni di matrimonio (.doc)

 


Dove rivolgersi :
Servizi Demografici
Ufficio di Stato civile 
sede municipale, Piazza Matteotti 1, tel. 0376 5546240

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (34036 valutazioni)